Studio Odontostomatologia Dr. Giorgino

Angolo Bimbi

 

“Il superare le difficoltà e il risolvere i problemi dei piccoli pazienti sono il premio più gradito per chi quotidianamente esercita questo mestiere con passione e dedizione.”

Quando la prima visita dal dentista?

La prima visita odontoiatrica rappresenta un momento fondamentale per lo sviluppo di un rapporto positivo e costruttivo tra odontoiatra e piccolo paziente.

Tutti gli strumenti a disposizione dello studio odontoiatrico vengono mostrati, spiegati e se ne simula l’uso.

È di fondamentale importanza instaurare un buon rapporto di collaborazione tra il bambino e tutto il personale dello studio, senza che questo venga pressato dalla necessità di una terapia.

In assenza di problematiche rilevanti quali una mancata eruzione dei denti da latte, malformazioni oro-facciali, malattie sistemiche riguardanti il cavo orale, frenuli labiali o linguali corti, traumi,  etc. è consigliabile recarsi per un primo consulto dal dentista, al termine dell’eruzione di tutti i denti decidui (24-30 mesi).

Sono diversi gli scopi della prima visita:

  1. diagnosticare problematiche dentarie quali carie, alterazioni della formazione dello smalto, presenza di elementi dentari in eccesso o in difetto, malposizioni;
  2. intercettare alterazioni dello sviluppo cranio-facciale (malocclusioni);
  3. individuare eventuali abitudini viziate quali succhiamento del ciuccio e del dito, interposizione della lingua durante la deglutizione;
  4. controllare la capacità del bambino di mantenere una corretta igiene orale.

La prima visita ci consente di fornire ai genitori informazioni sulle corrette regole di igiene orale ed alimentare quotidiane, sui tempi di caduta dei denti da latte e di sostituzione con i denti permanenti, sul comportamento da adottare in caso di traumi dentali e sulle migliori misure di prevenzione.

L’esperienza e la capacità professionale di tutto il personale sanitario devono essere in grado di vincere la diffidenza e la paura del piccolo paziente, preparandolo ad un rapporto amichevole con il dentista negli anni a venire.

A partire dal primo incontro con il dentista, infatti, pur in assenza di sintomatologia, è importante effettuare controlli periodici ogni 6-12 mesi , al fine di salvaguardare lo stato di salute orale nel paziente in età evolutiva.

Che cos’è la prevenzione ?

La prevenzione è l’attività volta a evitare il danno prima ancora che insorga.

In pedodonzia esistono 4 fondamentali forme di prevenzione:

[ultimate-faqs include_category=’prevenzione’]

COSA FARE IN CASO DI TRAUMI

I traumi più frequenti sui dentini da latte si verificano tra i bambini di età compresa tra i 10 e i 24 mesi in egual prevalenza nei due sessi.

È di fondamentale importanza, in qualsiasi caso, portare il bambino che ha subito il trauma il più presto dal dentista.

Da non sottovalutare sono i traumi dei primi dentini da latte perché potrebbero causare alterazioni a livello dei denti permanenti che possono spuntare tardi, erompere in posizione irregolare o con colore e forma alterata.

In caso di frattura del dente permanente è importante conservare i frammenti perché questi potrebbero essere riutilizzati nella ricostruzione del dente.

In caso invece di avulsione (perdita completa) è possibile il riposizionamento.

In entrambi i casi è molto importante mettere i frammenti o il dente in un pò di saliva o di latte e andare subito dal dentista, possibilmente entro le prime due ore e non oltre le quattro ore.

[ultimate-faqs include_category=’cosa-fare’]